Metteteci alla prova !
X
Cambiare lingua
FR
Francese
EN
Inglese
IT
Italiano
DE
Tedesco
1to1 Progress
← Tornare agli articoli

Come misurare i tuoi progressi in una lingua?

L’apprendimento di una lingua è spesso paragonato a una maratona. Ciò richiede uno sforzo costante per un lungo periodo di tempo. Se è facile vedere l’evoluzione della performance di una corsa (basta un semplice cronometro), misurare i tuoi progressi in una lingua è più difficile. Sono infatti molti gli aspetti linguistici che non possono essere quantificati: miglioramento della pronuncia , fluidità nel parlare, comprensione… Test e scale di livello sono strumenti utili per valutare i propri progressi, ma vedremo che esistono anche metodi complementari.

Scopri il tuo livello di partenza: audit linguistico

Imparare una lingua è un lavoro a lungo termine. Se hai appena iniziato ad allenarti in spagnolo, ad esempio, probabilmente vorrai sapere dopo alcuni mesi se il tuo lavoro sta dando i suoi frutti. Ma come misurare i tuoi progressi in una lingua se non conosci il livello che avevi all’inizio, prima di iniziare questo allenamento?

Per poter tener traccia dei tuoi progressi in seguito, è meglio conoscere il tuo livello iniziale. Naturalmente, questo non sarà necessariamente utile se parti da zero nella lingua che vuoi imparare. Ma se hai già delle basi, questo è un passo importante.

Alcuni metodi linguistici, ad esempio, offrono questionari rapidi. Per alcune lingue, puoi anche trovare test di livello online, che ti daranno una panoramica di ciò che hai imparato. Tuttavia, questi raramente sono precisi. Per conoscere nel dettaglio i propri punti di forza, di debolezza e le possibili aree di miglioramento, l’ideale resta superare un audit linguistico completo con un’organizzazione di formazione. Un secondo audit dopo alcuni mesi ti permetterà di vedere con precisione i tuoi progressi.

💡 Scopri di più sugli audit linguistici: audit di livello 1to1PROGRESS

Supera le certificazioni per misurare i tuoi progressi in una lingua

Anche i certificati linguistici (TOEIC, DCL, Pipplet…) sono un buon modo per “tenere traccia” dei propri progressi. Ad esempio, puoi prenderne uno ogni due anni per vedere se stai migliorando a lungo termine.

Alcune certificazioni ti daranno il tuo livello sotto forma di punteggio, che ti permetterà di dare un numero ai tuoi progressi. Altri preferiranno darti un livello standardizzato. Solitamente si tratta di una valutazione sulla scala QCER (Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue). Questo ha 6 livelli:

Nota: a volte si sente parlare di livello A0 per principianti assoluti.

Con queste scale di misurazione puoi quindi monitorare e analizzare i tuoi progressi nella lingua che stai imparando.

🏆 Hai intenzione di sostenere il TOEIC? Ecco i nostri consigli per superare il test a pieni voti .

Tieni traccia dell’acquisizione del vocabolario

Il numero di parole conosciute in una lingua è qualcosa che puoi facilmente quantificare. In quest’area puoi quindi misurare con precisione i tuoi progressi. Per fare ciò, puoi ad esempio optare per un sistema di flashcard (fogli di vocabolario) in formato digitale come il software Anki (gratuito).

Come funziona? Annota le parole che vuoi imparare e la loro traduzione (oltre a qualsiasi informazione che ritieni utile) sulle carte Anki. Il software li salva e ti offre sessioni di revisione basate su ripetizioni spaziate. Quando Anki valuta che hai appreso completamente una parola, registra i tuoi progressi. In pratica questo software conta per te il numero di parole che conosci: pratico no?

Fai il punto delle risorse utilizzate

Gli studenti principianti, intermedi o avanzati non utilizzano lo stesso tipo di risorse educative.

I libri di grammatica di base, i metodi di tipo Assimil e altri libri “scolastici” saranno più destinati a persone che sono solo all’inizio del loro apprendimento. Una volta raggiunto il livello intermedio, si iniziano a utilizzare altre risorse come articoli di notizie, podcast o video. Infine, una volta superato l’altopiano del livello intermedio , esistono supporti di livello linguistico molto più avanzato (riviste mediche, opere letterarie, ecc.).

Regolarmente, puoi quindi fare il punto sulle risorse che utilizzi per scoprire se ti sembrano ancora adatte al tuo livello. Se sei stanco di quelli che hai, probabilmente è perché hai fatto abbastanza progressi per salire di livello 😊

Conversa con un madrelingua

Chi meglio di un madrelingua della lingua che stai imparando può giudicare i tuoi progressi? Può aiutarti a misurare l’evoluzione della tua pronuncia, della tua espressione orale, della tua fluidità conversazionale, ecc. 

Puoi rivolgerti a un partner linguistico, o meglio ancora: un/a docente professionista. Il vantaggio di un formatore è che quest’ultimo sarà senza dubbio più obiettivo sul tuo livello. Come bonus, può fornirti nuovi percorsi per migliorare e consigliarti i migliori metodi di apprendimento.

Audit linguistici, preparazione per certificati linguistici, risorse didattiche adattate, follow-up da parte di un formatore madrelingua… Completando la tua formazione presso 1to1PROGRESS, hai tutti gli strumenti necessari per misurare efficacemente i tuoi progressi linguistici.