Metteteci alla prova !
X
Cambiare lingua
FR
Francese
EN
Inglese
IT
Italiano
DE
Tedesco
1to1 Progress
← Tornare agli articoli

Imparare due lingue contemporaneamente senza mescolarle: sfida accettata!

Per scelta o per necessità, hai deciso di imparare due lingue contemporaneamente. Ti sei posto una grande sfida! Non preoccuparti, con una buona organizzazione e qualche consiglio, non è impossibile. Vediamo i prerequisiti per imparare bene le lingue scelte e come evitare di “mescolarle”.

Imparare due lingue contemporaneamente: quali scegliere?

Combinazioni linguistiche

Una parola olandese che si infila in una frase tedesca, un piccolo “¡vale!” che spunta in una conversazione italiana… Quando si imparano più lingue contemporaneamente, c’è sempre il rischio di “mescolarle”. Se stai leggendo questo articolo, c’è una buona probabilità che ciò sia successo anche a te. Anche se non è un grosso problema, potresti trovarlo fastidioso o addirittura frustrante. 

Per evitare questi piccoli inconvenienti, l’ideale è scegliere due lingue di famiglie linguistiche diverse. Più le lingue sono distanti, meno possibilità ci sono di mescolarle. Una combinazione inglese-italiano darà meno difficoltà di una combinazione spagnolo-italiano, per esempio. 

🔎 Leggi anche: Quante lingue ci sono nel mondo?

Tuttavia, c’è un piccolo vantaggio nello studiare due lingue della stessa famiglia. Puoi usare il vocabolario e la grammatica della lingua più forte per aiutarti a capire la seconda lingua (la più debole). Tuttavia, questo viene praticato meglio da persone che hanno già un livello avanzato in una delle due lingue.

Livello linguistico

Come si può constatare, il livello che si ha in ciascuna delle due lingue influenza notevolmente la capacità di non mescolarle. Non è consigliabile imparare due lingue contemporaneamente se si parte da zero con entrambe. Almeno una delle due lingue deve essere “scolpita” nella mente in modo che si possa fare una distinzione tra le due.

💡 Vuoi sapere da dove iniziare a imparare una lingua? Ecco 4 cose che dovresti sapere.

Preferibilmente, aspetta di avere un livello intermedio (B1 minimo) nella tua prima lingua prima di iniziare a imparare la seconda. Questo ti permetterà di avere una lingua forte e una debole, ciò richiederà uno sforzo mentale inferiore per passare da una all’altra senza mescolarle.

Suddividere l’apprendimento delle lingue

In termini di tempo

Per evitare di mescolare le lingue straniere, dovrai suddividere l’apprendimento. In termini concreti, dirai alla tua mente che l’apprendimento della tua prima lingua e della tua seconda lingua sono due attività separate. 

La prima cosa da fare è scegliere momenti diversi per le lezioni. Pianifica la lezione della lingua debole quando sei più lucido, perché è la lingua che richiederà il maggior sforzo. Per la lingua forte, scegli un’ora del giorno completamente diversa. Ad esempio: stai imparando il tedesco (lingua debole) e il francese (lingua forte). Se sei una persona mattiniera, programma le lezioni di tedesco prima di mezzogiorno e le lezioni di francese alla fine della giornata, dopo il lavoro per esempio.

Dal punto di vista organizzativo

Per suddividere ulteriormente, si può agire anche su altri parametri. Per esempio, puoi scegliere una cartella blu per le lezioni di tedesco e una rossa per il francese: questo crea una distinzione visiva.

Si può anche creare una suddivisione “geografica”. Ovvero, impara ogni lingua in un posto diverso: il LV1 in ufficio e il LV2 in salotto. Naturalmente, assicurati che i luoghi dove studi non offrano troppe distrazioni per non interferire con la tua concentrazione. 

Infine, cerca di variare il materiale didattico per evitare di avere lezioni o esercizi troppo simili tra le due lingue.

Organizzarsi per imparare diverse lingue straniere contemporaneamente

Focus sulla percentuale

Imparare due lingue contemporaneamente non richiede necessariamente il doppio del tempo, ma richiede un po’ più di impegno. In proporzione, dovrai dedicare più tempo alla lingua più debole che a quella più forte. 

Se sei un principiante assoluto nella seconda lingua e hai già un buon livello nella prima lingua, puoi dedicare per esempio il 25% del tempo alla prima lingua e il 75% alla seconda lingua. Questa percentuale cambierà man mano che si migliora. Quando le due lingue saranno allo stesso livello, potrai dedicare il 50% del tempo a ciascuna di esse.

Ricordarsi di essere regolari nell’apprendimento

Naturalmente, non abbandonare completamente la lingua forte a favore di quella debole (o viceversa). È importante essere regolari nell’apprendimento per evitare che una delle lingue diventi “arrugginita”. Questo farebbe perdere tempo prezioso per riportarla al livello iniziale.

✨ Maggiori informazioni: Organizza il tuo apprendimento linguistico attraverso 5 buone abitudini

Una delle chiavi del successo nell’imparare due lingue contemporaneamente è essere ben supportati. In 1to1PROGRESS, il coach e i docenti lavoreranno per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di formazione linguistica. Scopri le nostre 9 lingue disponibili e il nostro approccio didattico unico!